Carlo Flamigni: “Il Diritto di avere Diritti”

Carlo Flamigni

Carlo Flamigni

“Tre giorni dedicati alla laicità per rivendicare il diritto di avere diritti” questo la sintesi del Professore Carlo Flamigni, padre della fecondazione assistita, per definire la rassegna di incontri e convegni che si è tenuta a dal 20 al 22 aprile 2012 a Reggio Emilia. Hanno partecipato artisti, filosofi, scienziati come Marco Bellocchio, Lella Costa, Annamaria Testa, Gianni Vattimo e altri ancora.

Alla sua terza edizione, Le Giornate della Laicità si sono focalizzate su un tema antico ma attuale ed estremamente rischioso: “Il tentativo di creare una neolingua che possa avvalorare qualsiasi tesi, anche la più improbabile” chiarisce Flamigni. Questa neolingua attacca anche la libertà di esercitare la ricerca scientifica. Per questo il ‘nume tutelare’ di questa edizione è stato Galileo Galilei con un suo motto “Parlare oscuramente lo sa fare ognuno, ma chiaro pochissimi“.

Secondo Flamigni Il ruolo che fu dei sofisti oggi viene interpretato dalle sfere ecclesiastiche “Per fare un caso che riguarda la mia professione: la fecondazione assistita si è voluto definirla su pressione della Chiesa Cattolicafecondazione eterologa‘. Se lei prende il vocabolario e cerca l’aggettivo eterologo, scoprirà che significa ‘di specie diverse‘. Insomma, il medico, seguendo il significato letterale, potrebbe incrociare una donna con un ornitorinco. Un immaginario medievale da bestiario

Di là dall’elemento grottesco, è innegabile che le parole abbiano una loro storia, una suggestione, oltre che un significato. E saperle utilizzare in modo disonesto può condizionare l’opinione. “Ritengo siamo in una fase di recrudescenza reazionaria a causa della costante perdita di consenso.” l’analisi del professore Flamigni è impietosa “diminuiscono le ‘vocazioni’, diminuiscono i matrimoni in chiesa, diminuiscono i battesimi. Esiste una sorta di scisma sommerso fra gli stessi cattolici che in realtà usano gli anticoncezionali, o al contrario richiedono la fecondazione assistita.”

I dati del professor Flamigni sembrano indicare una frizione fra i cambiamenti dei costumi e una immobilità della Chiesa Cattolica: “Il Concilio Vaticano Secondo con il suo impegno popolare per la pace e la giustizia, la libertà e perfino l’interesse per lo sviluppo della scienza, è stato di colpo spazzato via da un gelido vento che proveniva dalla Polonia“. Sta parlando di un Papa molto amato, che si voleva Santo per acclamazione “Appunto. E’ riuscito a fornire questa immagine di se’ nonostante sotto il suo pontificato siano aumentate le limitazioni alle libertà individuali”. Viene da pensare alla Teologia della Liberazione sudamericana, promossa dal Concilio Vaticano Secondo, censurata aspramente da Wojtyla.

“Vuole sapere com’è il Comitato di Bioetica visto dall’interno? un luogo dove creare indirizzi di leggi per togliere dagli impicci i rappresentanti cattolici. Dove questioni fondamentali vengono decise per alzata di mano“. Quindi la Chiesa ha un potere assoluto nei confronti della politica “In realtà la politica ha già dimostrato di saper giocare con la Chiesa. La legge 40 era un colpo durissimo inferto alla libertà di procreazione, e alla mia reazione dura alcuni parlamentari mi dissero ‘non ti preoccupare, che così com’è viene fermata dalla Corte Costituzionale‘ e così fu.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...