VIOLENCE l’arte interpreta la violenza

“La XV Biennale Donna di Ferrara, continuando il percorso delle ultime tre edizioni, si prefigge il compito di individuare ed esplorare tematiche legate a problemi socioculturali, indentitari, comportamentali e geopolitici, interpretati grazie alla creatività di alcune delle più note voci femminili dell’arte contemporanea.

Continua a leggere

Annunci

Il Ripasso 5: Pixies

Gago

Gago

“Oh al concerto di Ferrara non ha detto neanche ‘ciao Italia’ o ‘i’m glad to be here’ o ‘thank you salama da sugo’. Maledetto ciccione.” (Gago, esperto di rock americano e altre cose).

La storia dei Pixies in fondo è un po’ così, fatta di comportamenti sgradevoli. Informandosi si scopre che il gruppo rock’n’roll di Boston era al suo interno corroso da continue liti causate, probabilmente, dall’incontro/scontro di due talenti grandi quanto il loro stesso ego: Black Francis, alias Charles Thompson (cantante, compositore e chitarrista) e Kim Deal (bassista, cantante e compositrice non molto utilizzata nella band). Continua a leggere

Genova 2001-2011: Prima di Roma

Black bloc near the World Bank in Washington, ...

I Black Bloc!!

Passati dieci anni dal G8 di Genova e dai suoi scontri, che lasciarono il corpo di un ragazzo morto sul selciato di Piazza Alimonda, si sono ritrovati a parlarne a Ferrara il 30 settembre scorso a Ferrara alcuni reporter esteri, per esprimere alcune considerazioni con i panni degli osservatori.
Ciascuno inizia riportando le prime impressioni all’arrivo a Genova, a partire da Serge Enderlin, giornalista di Le Temps: “Il movimento antimondialista (questa la definizione francese ndr) aveva già conquistato la ribalta con le manifestazioni e gli scontri contro l’FMI a Seattle, a Praga e al vertice di Nizza. Il ritorno di Berlusconi al governo ci faceva prevedere un irrigidimento nelle predisposizioni sulla sicurezza, se non altro per garantire una sua credibilità a livello internazionale. Partito in treno da Torino, il convoglio si fermò a una stazione intermedia senza proseguire, tanto da essere costretto a prendere un taxi. Il tassista si rifiutò di raggiungere il centro di Genova perché, mi disse, c’era la guerra! Ricordo che tutto cominciò ad andare male da venerdì, anche per la conformazione della città schiacciata fra il mare e i monti alle spalle, con il centro storico come una fortezza inespugnabile”.

Continua a leggere

Dopo Mubarak

President George W. Bush and Egyptian Presiden...

Hosni Mubarak

Venerdì 30 settembre 2011, e a Ferrara, al Festival di Internazionale, si è parlato dell’Egitto dopo Mubarak con alcuni giovanissimi opinion leader, in gran parte blogger. Issandr el Amrani, fondatore dell’autorevole blog “The Arabist“, Hossam el Hamalawy, vincitore del premio giornalistico dedicato ad Anna Politkovskaja, e autore del blog “Arabawy”. Infine Ahmed Nagi, giornalista e scrittore, e Sarah el Sirgany, blogger.

Alla data dell’incontro, e tuttora, la situazione è molto confusa, a causa di un governo di transizione militare, “inquinato” dalla presenza di eminenze del precedente governo di Mubarak, che pare ostacolare le richieste di cambiamento.

Continua a leggere

Femminismo

Michela Marzano

Michela Marzano

Luogo: il teatro comunale di Ferrara, GREMITO. Protagoniste del dibattito: una sempre sorridente Loredana Lipperini, perfetta nel suo ruolo di moderatrice, una composta (un po’ legnosa, rigida nella postura) Natasha Walker, giornalista britannica, attivista per i diritti delle donne, autrice del libro Living Dolls, la dinoccolata Beatriz Preciado autrice del libro Pornotopia, che dal palchetto mi sembrava la sosia perfetta di K.D. Lang, e Michela Marzano, una donna perennemente sull’orlo di una crisi di nervi (così appare).

Doveva essere un tardo pomeriggio in cui alcune importanti rappresentanti della cultura femminista si univano in un unico NO contro la mercificazione del corpo delle donne. E’ finita che se le sono date di santa ragione fra di loro.

Continua a leggere

Giappone: Fukushima

The Fukushima 1 NPP

La centrale di Fukushima

Con questo articolo inizio a riportarvi i convegni che ho seguito per la testata L’Unità al Festival di Internazionale, tenutosi anche quest’anno (quinta edizione) a Ferrara. Sarà curiosamente un percorso a ritroso negli appuntamenti, per comodità dei miei appunti.

Il primo argomento è il Giappone: se n’è parlato domenica 2 ottobre con Pio d’Emilia, corrispondente da Tokyo per SkyTg24, Mishima Kenichi, docente di filosofia sociale e contemporanea all’Università di Keizai a Tokyo, e con la scrittrice Randy Taguchi, autrice fra gli altri libri di Presa Elettrica.

Continua a leggere