Il Ripasso 16: The Doors

The DoorsLa California della metà degli anni 60 è la fucina musicale e artistica degli Stati Uniti, dividendosi questo ruolo principalmente con Detroit e New York. Se la California è la meta degli hippies, che hanno nell’acid rock di band come Jefferson Airplane e Grateful Dead il punto di riferimento, a Detroit spuntano i padri del punk, MC5 di Freddy Sonic Smith o gli Stooges di Iggy Pop. New York conferma la sua natura di capitale dell’arte contemporanea con portabandiera dell’avanguardia del suono come i Velvet Underground.

Continua a leggere

Annunci

Baba Jaga: Mito, Verità, Natura

Ca Colmello

Ca Colmello

Baba Jaga è un’associazione nata da una coppia trasferitasi in un casolare a Sassoleone, nascosto fra le splendide colline sopra Castel San Pietro (BO). Ristrutturato da poco tempo, l’antico casolare è diventato un luogo che ospita attività dedicate a bambini e adulti. Laboratori che vanno dall’insegnamento della manualità alla danza, al teatro, alle arti marziali. Ma è anche una quinta naturale e suggestiva che ospita spettacoli e narrazioni.

Continua a leggere

FèSTA: Prove tecniche per una capitale

Ravenna, candidata a diventare la capitale europea della cultura del 2019, comincia le “ProveTecniche”. Questo è il titolo di una serie di eventi culturali organizzati da marzo scorso per mettere alla prova la tenuta organizzativa e il livello qualitativo delle proposte in vista dell’importante competizione italiana che vede candidate moltissime città fra le quali Palermo, Matera, Torino, L’Aquila, Venezia, Siena, Perugia e altre.

Continua a leggere

Intervista a Nevio Casadio: I Poeti

Nevio Casadio

Nevio Casadio

Nevio Casadio è un reporter della RAI, che rivendica un suo modo originale, che definisce rispettoso, di fare questo mestiere. In qualche modo è parte di una vecchia scuola, di quelli che amano “consumare le suole delle scarpe” per raggiungere di persona le storie che lo interessano. Seguendo il consiglio di un maestro con cui ha lungamente lavorato, Enzo Biagi.

Ha scritto recentemente un libro per Marsilio, intitolato “Nel silenzio un canto”, una antologia di reportage di argomento diverso ai quali è particolarmente affezionato. Per questo motivo ritengo sia utile dividerli in tre parti, iniziando dal suo incontro con la poesia. Le prime due sono state interviste avvenute di persona, il terzo è un ricordo “letterario”, un omaggio a un poeta che per motivi storici non avrebbe potuto conoscere, ma che ha voluto comunque omaggiare nel libro per il profondo amore e rispetto che nutre per la sua opera.

Continua a leggere